In data 29 settembre 2018 si è costituita la rete di Organizzazioni denominata ESPRÌ, acronimo di Emergenze Sociali Psicologiche Ricerca e Intervento.

I soci fondatori sono: Psicologi per i popoli Torino, Psicologi per i Popoli Regione Sicilia, Squadra Psicosociale per le emergenze (Milano), Psicologi per i Popoli Lodi, Psicologi nel Mondo Torino

La rete è apartitica e apolitica e non ha fine di lucro. Essa ha per scopo lo studio, l’analisi e la promozione di conoscenze, competenze e abilità inerenti gli interventi psicosociali in emergenza e nella cooperazione e la tutela dei diritti umani.

ESPRI’ intende favorire uno scambio organico di esperienze, realizzare iniziative di formazione e ricerca, garantire supporto per interventi sul campo, promuovere la cultura della prevenzione e della solidarietà.

I referenti scientifici al momento sono: Fabio Sbattella (Università Cattolica di Milano), Alfredo Mela (Politecnico di Torino), Massimo Mari (già coordinatore interventi psicosociali Regione Marche), Vittoria Ardino (SISST), Elena Marta (SIPCO)

Alla Consensus Conference organizzata il giorno 24 novembre a Milano (ore 10.30, Università Cattolica, Largo Gemelli 1, Aula G123) hanno partecipato, oltre alle Associazioni fondatrici:

♥ Unità di Psicologia dell’Emergenza, Università Cattolica
♥ 180 amici L’Aquila
♥ SISST
♥ Scuola Bleger, Rimini
♥ Vivamente, Torino

Nella fotografia sono presenti da sinistra:
Antonella Barbagallo (Vivamente, Torino)
Manuela Dolci (SPE Milano)
Ester Chicco (Psicologi nel Mondo Torino)
Laura Belloni Sonzogno (PxP Lodi)
Alfredo Mela (Sociologo, Referente Scientifico)
Fabio Sbattella (Referente Scientifico, Università Cattolica)
Maria Teresa Fenoglio (Presidente di Esprì e di Psicologi per i Popoli Torino)
Paolo Bernabucci (Referente Scientifico),
Vittoria Ardino (SISST, Referente scientifico)
Massimo Mari (Psichiatra, ASUR Marche, Referente Scientifico),
Emanuele Sirolli (180Amici L’Aquila),
Leonardo Montecchi (Scuola Bleger, Rimini).
Giovanni Nicoletti (Presidente di Psicologi per i Poli regione Sicilia), non in fotografia ma presente in videoconferenza.